Cercare una gravidanza dopo aver interrotto l’assunzione della pillola – a cosa prestare attenzione

La pillola è uno dei metodi contraccettivi più sicuri. Ma se sentite il desiderio di avere un figlio, è il momento di interromperne l’assunzione. Se avete iniziato una confezione mensile è consigliabile finirla per completare il ciclo di trattamento.

Interrompere l’assunzione della pillola può causare turbolenze ormonali in molte donne. Non sono rari sbalzi d’umore, sanguinamenti irregolari o cicli brevi anovulatori. La reazione dell’organismo alla variazione ormonale è molto individuale e difficile da prevedere. È consigliabile, quindi, interrompere l’assunzione della pillola qualche mese prima della gravidanza programmata, così da dare al corpo più tempo per recuperare. Durante questo periodo è possibile usare un metodo contraccettivo diverso, ad esempio i preservativi.

In teoria è possibile rimanere incinte subito dopo aver interrotto l’assunzione della pillola, ma si raccomanda assolutamente di usare il preservativo fino alla comparsa della prima mestruazione naturale. Solo allora infatti l’endometrio si sarà rigenerato e sarà pronto ad accogliere un ovulo fecondato e ad avviare una gravidanza sana. Questo perché l’ormone progestinico contenuto nella pillola modifica la consistenza della mucosa in modo da impedire allo sperma di raggiungere l’ovulo.

Per altre donne, invece, l’organismo impiega più tempo per raggiungere un equilibrio ormonale ed essere pronto per una gravidanza. Potete sostenere il vostro corpo con un’alimentazione sana, evitando lo stress e dormendo a sufficienza. Se usato come integrazione, Proxeed®Women può contribuire a migliorare i processi metabolici naturali e ad aumentare la fertilità. È anche possibile usare un calcolatore di fertilità per scoprire se il ciclo è ritornato regolare e quando è prevista la prossima ovulazione.